MATERA 2019 – Lettera aperta agli Associati

scritto da il 24 Apr 2019 in News

Cari colleghi, siamo sicuri che stiamo facendo tutti i saltelli sul posto non vedendo l’ora di incontrarci, per la seconda volta in pochi anni, nella splendida Matera.

Come previsto dal nostro Statuto associativo, in anticipo di almeno sessanta giorni sulla data dell’assemblea nazionale, il 5 marzo scorso si è riunita l’assemblea della Sezione Internazionale e per i rapporti con i Ministeri, per rinnovare il proprio Comitato direttivo. Alla stessa riunione erano presenti il Presidente Luca Lucesole e il Vicepresidente Christian De Vellis. È stato quindi possibile, considerando le dinamiche consuete e nuove delle normative che regolano i servizi di trasloco nei Ministeri e negli altri enti della Pubblica Amministrazione, valutare l’opportunità di ottimizzare il sistema di funzionamento e di rappresentanza della nostra Associazione, unificando due delle attuali Sezioni e costituendo un’unica Sezione denominata Sezione Internazionale e per i rapporti con la Pubblica Amministrazione. La decisione è stata approvata anche in sede di Consiglio direttivo e verrà infine sottoposta, a Matera, all’approvazione e alla ratifica dell’Assemblea, che si sarà costituita in modalità straordinaria.

La nuova Sezione, eserciterà il suo tradizionale ruolo, nel gestire i rapporti con i Ministeri e con tutti gli altri enti della P.A. Potrà inoltre, anche attraverso nuove attività di informazione, formazione e promozione, svolgere un importante ruolo di collaborazione con le imprese del settore dei traslochi e dei correlati settori industriali e dei servizi. In questa prospettiva, a Matera l’A.I.T.I. presenterà la

Il simbolo alfabetico iniziale ricalca la grafica di un’incisione su un anello nuziale del quinto secolo d. C. con i nomi di un ragazzo romano e una ragazza ostrogota. L’anello è rimasto nascosto in un tesoretto accantonato in occasione di un evento bellico. È stato ritrovato negli anni trenta del Novecento vicino Vercelli, avendo conservato per quindici secoli il progetto di una comune e condivisa civiltà europea.

Gli acronimi delle due definizioni sono A.I.M. che in inglese può significare finalità, obiettivo e A.T. che suona come @ una recente grafia che simboleggia recenti modalità di comunicazione. L’Accademia agirà dall’interno dell’A.I.T.I. e in collaborazione con la rinnovata Fedemac ed eventualmente con I.A.M. e F.I.D.I., con varie attività di informazione, formazione e promozione, irraggiando in tutte le aree interessate la Cultura del Trasloco.

Aprile, 3 – 2019

Luca Lucesole, Christian De Vellis e Sandro Gobbi